Cosa puoi fare quando tutto è fermo

Il momento che stiamo vivendo è davvero particolare: i più che necessari provvedimenti presi per evitare il propagarsi del contagio da Coronavirus, hanno avuto conseguenze sulla quotidianità e sul lavoro davvero importanti.

Io faccio parte di quella categoria di lavoratori che non ha risentito dei cambiamenti a livello di organizzazione del lavoro: sono una libera professionista e in più, come Professional Organizer, mi occupo proprio di aiutare gli altri a gestire il tempo e gli imprevisti. Ma se è vero che chi lavora da dipendente, o secondo dinamiche di lavoro tradizionali, si è visto ribaltare le abitudini, anche chi è libero professionista sta vivendo tutta una serie di ripercussioni e incertezze lavorative.

In questo periodo sono stati annullati o rimandati molti eventi, è rimasto di conseguenza in sospeso, oltre alla mia pianificazione generale, il mio calendario editoriale. Inoltre, e qui nulla c’entra l’emergenza contagio, sono fermi alcuni progetti, uno in particolare, per gioiose difficoltà burocratiche e via dicendo e di conseguenza è in stallo il restauro del sito.
Bene.
Dopo un momento di inevitabile sconforto (hai presente Amy Adams in Julie e Julia quando piange di frustrazione per colpa del fallimento del pollo e autodefinendosi una bambina con problemi comportamentali?Ecco, così.), ho riflettuto e ho fatto in modo di concentrarmi sulle opportunità che questo momento nonostante tutto offre e sui progetti che potevo portare avanti.
Ma se come diceva il compianto Luciano De Crescenzo:

Molti studiano come allungare la vita, quando invece bisognerebbe allargarla.

diciamo allora che, visto che il tempo non può andare avanti relativamente a certi progetti, ho deciso di espanderlo in favore di altri, ritrovando così un equilibrio.

Cosa puoi fare quando saltano tutti i progetti

Semplifica e arriva all’osso delle cose: individua le costanti dei progetti e quello che devi fare e che puoi fare, dedicati a quelle cose che sono meno importanti, ma alle quali comunque tieni e che di solito devi mettere da parte.
Cogli l’occasione per fare ricerca ed espandere le tue conoscenze.

Per dirla in termini artistici (se mi segui su Instagram avrai visto che il mio set up di marzo è dedicato a Michelangelo), rifinisci e arricchisci, invece magari di portare avanti venti bozzetti, lavora al completamento di un’opera, di un’idea; valuta di imparare una tecnica minore o sperimenta un nuovo materiale.
Infine studia, leggi, impara.

Da diversi giorni inoltre, stanno circolando tante risorse gratuite rese disponibili grazie all’iniziativa di pubblico e privati: io ne ho appuntate diverse e sto cercando di sfruttarne il più possibile, ma le possibilità sono così tante e così varie che a un certo punto ho dovuto organizzarle per evitare di perdere il filo!

A questo proposito ho preparato un piccolo regalo per te: una lista da scaricare e da utilizzare per annotare le risorse allarga vita, per appuntare tutte le attività che stai pensando di iniziare a praticare. 

Io sto guardando all’arrivo della primavera con tanta speranza, come tutti non vedo l’ora che questo momento passi, che si possano riprendere i ritmi consueti, nel frattempo però, sto dedicando più attenzione al come voglio arrivare a questa primavera di rinascita.

Foto di Michael Gaida da Pixabay

Tags:
,
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.