Propositi e progetti da stampare Ci siamo. Manca poco a Natale e quindi, manca poco alla fine dell'anno, ed è il momento ideale per fermarti e fare un bilancio. L'inizio di un anno nuovo porta sempre con sè una forte motivazione per indurti a guardare quello che va e quello che invece non va.
Fare e ricevere i regali di Natale Se la settimana scorsa ti ho parlato di come gestisco la realizzazione e l'invio dei biglietti d'auguri, oggi ti racconto il modo in cui affronto io il cosidetto gift-giving, i regali da fare. In passato mi sono trovata a vivere questo momento con stress, ansia da prestazione e a volte anche sforando il budget, o meglio, dato che un budget vero e proprio non lo definivo, spendendo semplicemente troppo!
Organizzazione card Natale   Ti ho già parlato in questo post di come sia importante semplificare il più possibile prima di organizzare le varie attività e gli impegni di questo periodo di feste. Oggi ti racconto come ho sviluppato questo approccio per quanto riguarda la realizzazione e l'invio dei biglietti di auguri. Elencandoti i vari step, spero di aiutarti a portare a termine una delle cose da fare in questo periodo pienissimo, perché l'obiettivo è sempre quello di viverne il clima festoso senza stress.
Per diverse ragioni, in questi giorni mi trovo a dover fare anticipatamente il bilancio dell’anno ancora in corso. Per tante cose che sono successe, per tanti imprevisti, ecc., questo finora è stato un anno particolarmente pesante, da diversi punti di vista, e una vera e propria pausa non l’ho potuta fare neanche in estate. E’ stato anche un anno pieno di novità e di scoperte, di tanto lavoro e impegno; di tantissimi cambiamenti e conseguenti correzioni in corso d’opera.
Post planner Natale da stampare Pianificare il Natale, in tutti i suoi aspetti è una cosa fondamentale per vivere questo periodo al meglio. Ci sono così tante cose da considerare e da fare, che anche chi resta legato a questo momento magico dell'anno senza viverlo solo come un periodo di stress o peggio, di consumismo, rischia comunque di venirne sopraffatto. E allora, dato che siamo già a metà Novembre, ecco un piccolo strumento che può fare la sua parte nel far affrontare the most wonderful time of the year in serenità, anzi due: un planner per i regali e un planner per le card(s), per chi ancora spedisce gli auguri di Natale o chi addirittura, li realizza a mano :-) .
Come ho risolto i piccoli problemi che sarebbero derivati dallo spostamento dei mobili nel corner dello scrapcorner :-) . Post piccole soluzioni scrapcorner Se la volta scorsa ho raccontato come l'incontro con la bacheca dei miei sogni :-D abbia risolto alcuni problemi di organizzazione e decorazione dello scrapcorner, non ho parlato di quelli invece che sono sorti in conseguenza alle modifiche apportate. Un po' come quando si fanno acquisti (ne ho parlato in questo post), quando si acquisisce o anche solo si sposta un elemento in un ambiente, bisogna tenere conto delle eventuali conseguenze, quindi oltre ad aver preso le misure, prima di procedere con la piccola trasformazione del mio spazio creativo, ho dovuto considerare cosa sarebbe cambiato.
Ovvero: come l'incontro con un nuovo elemento di decoro/arredo ha dato il la alla sistemazione di un corner dello scrap corner che non funzionava :-) .  Post prima e dopo spazio creativo La mia scrap - parete aveva uno scrap corner che non mi aveva mai completamente soddisfatto, ma che non ero ancora riuscita a far funzionare nel modo giusto. Ci avevo messo un ex porta musicassette dipinto di bianco per contenere i tamponi d’inchiostro e ci avevo appoggiato una cornice/clipboard che fungeva anche da decorazione. In realtà, per quanto io usi spessissimo i timbri quando lavoro alle mie creazioni, tendo ad usare sempre gli stessi tamponi, che infatti tengo a portata di mano in un cassetto insieme agli altri materiali ed accessori relativi a stamping ed embossing, mentre quelli che avevo riposto nel portacassette li uso raramente. In più, avevo bisogno di più spazio “bacheca” che offrisse soluzioni sia funzionali (la scrap-parete assolve anche la funzione di home office), che decorative e che fungesse anche da moodboard.
  A casa dei miei è finalmente è partito un intervento di ristrutturazione, nello specifico della cucina, che per un motivo o per l'altro, non si riusciva a far partire. Solitamente in questi casi, quella di "finalmente" è una sensazione che svanisce di colpo, nel momento in cui viene data la prima martellata o viene tolta l'acqua; il momento cioè in cui il mondo interiore e non solo, comincia a sgretolarsi fino a indurre livelli di stress così alti da diventare insostenibili. Quello che ho consigliato quindi a mia mamma è di ripetere un mantra, una formula che possa aiutarla a ritrovare un certo controllo. In questo caso il mantra ideale è: A volte le cose devono prima andare peggio per poter poi migliorare. (Sometimes things have to get worse before they get better.  Marylin Ferguson)
  Di recente ho iniziato a usare un planner mensile, in alternativa al calendario da parete, per segnare impegni e scadenze della famiglia. La soluzione classica per noi non funziona, vuoi perchè il nostro command center (la centralina organizzativa della casa), non include un grandissimo spazio di "affissione", vuoi perché certe informazioni preferiamo tenerle private. Ho cominciato allora la ricerca in due direzioni: su Pinterest, cercando planner stampabili che avessero l'impostazione settimanale da lunedì a domenica ( perché io con quelli anglosassoni che iniziano di Sunday proprio non mi ci trovo...), e presso negozi vari che vendono articoli di cancelleria. Alla fine abbiamo optato per un planner trovato quasi per caso da Stradivarius, molto semplice e lineare, con l'interno come piaceva e serviva a noi e devo dire che il sistema pare funzionare alla perfezione.