Riflessione di fine anno anticipata

Per diverse ragioni, in questi giorni mi trovo a dover fare anticipatamente il bilancio dell’anno ancora in corso.

Per tante cose che sono successe, per tanti imprevisti, ecc., questo finora è stato un anno particolarmente pesante, da diversi punti di vista, e una vera e propria pausa non l’ho potuta fare neanche in estate.
E’ stato anche un anno pieno di novità e di scoperte, di tanto lavoro e impegno; di tantissimi cambiamenti e conseguenti correzioni in corso d’opera.

Ma l’ultimo grosso cambiamento ci ha spezzato il cuore: la nostra adorata felina, malata, ma lottatrice fino alla fine, non c’è più.
Piccola combattente e amica fedelissima, la nostra Vitamina, determinata come il terribile Catilina, ha lottato fino alla fine e ha lasciato un vuoto dal quale ci salva la vita di tutti i giorni, con i suoi impegni.

Abbiamo avuto la necessità di ridefinire spazi e routine, abbiamo eliminato le tracce della sofferenza cancellando i segni dell’ultimo periodo, portando alla veterinaria le medicine non utilizzate (che hanno già dei candidati), destinando coperte e affini (ma non la coperta preferita), al Rifugio Uai e regalando all’Agatha le pappe rimaste.

Dopo questo ennesimo stop, nuove riflessioni e “mumble mumble” sono stati una necessità e mi hanno portato a concentrarmi su alcune cose che sono però le cose che preferisco; perché ho deciso di dedicarmi a ciò che più mi piace e che quindi, so fare meglio 🙂 !
Alcuni materiali di studio sono in consegna e diversi progetti sono in progress…

Nel frattempo, sto stampando e scrappando foto ed elaborando il momento no con la creazione tangibile di ricordi, che, insieme al tempo, tutto guarisce, perché lo scrapbooking è un’attività terapeutica eccezionale.

E così eccomi qui, pronta a ripartire, cercando di lenire la malinconia di fondo a suon di cioccolatini, di decorazioni natalizie in progress e di caffè americano aromatizzato al cacao nocciolato.

Ringraziando per questa atmosfera di Speranza conlaessemaiuscola che porta sempre il Natale e che in fondo è il suo significato più bello e più vero.

Mi chiamo Silvia, e sono una Professional Organizer appassionata di tempi e spazi creativi 😀 .

Autore: Silvia Trinca

Mi chiamo Silvia, e sono una Professional Organizer appassionata di tempi e spazi creativi :-D .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.