Quanti Bullet Journal uso e perché

elenco dei bullet journal che uso

Spesso, soprattutto durante i corsi, mi viene chiesto se è possibile utilizzare il Bullet Journal per uno scopo specifico o se se ne possono compilare diversi contemporaneamente, e la mia risposta è certo che sì.
Il Bullet Journal, come non mi stancherò mai di ripetere, permette di personalizzare metodo e strumento organizzativo al 100%.Ho pensato quindi di raccontarti come ho personalizzato il metodo per le mie esigenze e quanti Bullet Journal uso attualmente e perché.

C’era una volta.
Il mio primo Bullet Journal lo ho impostato su un quaderno a5 a quadretti, un semplicissimo quaderno che girava per casa da tempo; dopo alcuni mesi di pratica sono passata a utilizzare il primo taccuino importante e per diverso tempo ho mantenuto un solo BuJO ma cominciavo a stancarmi a dover riportare alcune informazioni di taccuino in taccuino, così ho cominciato a valutare di usarne diversi.

Quanti e perché.
Nella foto ci sono i bullet che utilizzo al momento:

NERO: quello che in molti chiamano master bullet journal e che io  chiamo perpetuo.
Contiene: tutte le informazioni che non sono suscettibili di cambiamento troppo frequente come il tracker compleanni, i dati personali miei e del consorte, le informazioni relative alla salute (come ad esempio le date del ciclo mestruale degli ultimi anni), e i vari numeri utili (medico, veterinario, ecc.).
Vi ho impostato inoltre delle liste della spesa, una per superercato/negozio, coordinate per colori e con la lista completa di tutti i prodotti e gli articoli potremmo dover comprare.
Quando lo uso: ogni volta che imposto un mese nel bullet quotidiano per la compilazione della lista compleanni; spesso quando c’è poco tempo per fare una lista della spesa ragionata e si rischia quindi di dimenticare qualcosa e, naturalmente, ogni volta che devo chiamare il medico, controllare gli orari, ecc.

CICLAMINO: è il bullet journal dedicato al lavoro.
Le informazioni relative ai vari aspetti del lavoro di un Professional Organizer sono davvero tante, per non parlare della pianificazione delle attività e degli eventi; negli ultimi tempi poi, con la conclusione di un percorso importantissimo che mi ha portato a ribaltare e riorganizzare la mia attività a 360 °, uno strumento specifico è diventato necessario!
Contiene: tutti i dati relativi all’attività (dominio del sito, partita IVA, ecc), il calendario delle attività off line e il calendario editoriale del blog; una scheda dettagliata per ogni servizio, mappe mentali, pagine di brainstorming selvaggio (ma sensato), testi di studio, corsi di aggiornamento, appunti per collaborazioni, ecc.
Quando lo uso: praticamente tutti i giorni in cui lavoro.

TEAL (VERDE ACQUA) è il Bullet Journal vero e proprio, quello che sto utilizzando da gennaio e sul quale imposto ogni mese (sul mio account di IG puoi vedere i vari set up mensili).
Contiene: calendario mensile con compleanni e to do list, habit tracker, daily log e qualunque collection possa venirmi in mente di aggiungere!
Quando lo uso: tutti i giorni, anche più volte al giorno!

Per concludere
Questi sono i Bullet Journal che uso al momento e che sono funzionali ai vari impegni e alle attività in corso; più avanti ne inaugurerò uno dedicato ai due felini di casa, ma ci sto ancora lavorando….

Spero di averti dato qualche spunto utile per personalizzare il tuo sistema BuJO o anche solo qualche idea per utilizzare quel quaderno o taccuino bellissimo che hai acquistato senza un vero motivo!  😀

 

Autore: Silvia Trinca

Mi chiamo Silvia, e sono una Professional Organizer appassionata di tempi e spazi creativi :-D .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.