Puoi usare il metodo Bullet Journal anche così

usare il bullet journal con l'agenda

Avevo già parlato in questo post di come il metodo Bullet Journal possa essere utilizzato anche da chi non vuole, o non può, mollare l’agenda o il planner tradizionali; se fai parte di questa categoria, questo post è per te!

Il metodo di annotazione

Una cosa che puoi fare sicuramente è utilizzare il sistema di annotazioni del metodo Bullet Journal anche all’interno di una pagina già impostata; uno dei punti forti di questo metodo è proprio l’attenzione che si mette per ogni cosa che viene trascritta e al modo in cui viene fatto.
Nonostante i limiti propri di una struttura già definita, puoi comunque sperimentare quello che è un metodo di compilazione sicuramente più efficace e funzionale della semplice annotazione tradizionale.

Un taccuino per un progetto

Anche se usi già un’agenda o un altro strumento, puoi dedicare un Bullet Journal ad un progetto specifico.
La scorsa settimana ti ho raccontato quanti Bullet uso e per cosa, se hai letto il post ti ricorderai che il taccuino color ciclamino è dedicato esclusivamente al lavoro e che ho iniziato a compilarlo durante il percorso di ristrutturazione e rivalutazione della mia attività, quindi è in tutto e per tutto un bullet progetto.
Un bullet progetto è un Bullet Journal dedicato al 100 % alle informazioni e alla pianificazione relative ad un obiettivo in particolare: la preparazione di un esame, la pianificazione di un viaggio, una nuova attività, ecc.
Anche in questo caso vale il principio per il quale lo strumento lo organizzi e lo gestisci nel modo in cui è funzionale per te.
Ma attenzione all’insidia!

Ma non è complicato gestire più di uno strumento?

– Oh mamma, e quante cose devo aggiornare poi? E se mi perdo gli impegni e le scadenze per strada? Se poi mi dimentico di aggiornarli?-Ed ecco l’insidia! Avere più di uno strumento da controllare e gestire può sembrare complicato e stressante, ma in realtà non devi fare altro che controllare due ( o più) strumenti nel momento che ti impegni a prendere ogni giorno per la tua pianificazione.

Ti ricordo che uno dei punti cardine del metodo Bullet Journal è il fatto di prendersi del tempo ogni giorno per scrivere e aggiornare il taccuino, che sia di sera, di mattina, prima di andare a lavorare o prima di andare a dormire. Se utilizzi più di uno strumento non devi fare altro che un semplice controllo incrociato e riportare delle annotazioni con caratterizzazioni (simboli o colori) specifiche che ti segnalino in uno strumento quando devi consultare l’altro e viceversa.

Definire gli ambiti di appartenenza degli impegni ti aiuta a fare un bilancio delle attività che occupano la tua vita e nelle quali investi le tue risorse; ti invito ancora a prendere un po’ di tempo ogni giorno per fermarti e mettere nero su bianco le cose che, se continui a tenere semplicemente a mente, diventano fonte di stress.

Con questo post chiudo momentaneamente il discorso Bullet Journal, settimana prossima infatti ti parlerò di un nuovo servizio a cui tengo tantissimo 😀 , ma ti ricordo che se hai bisogno di capire come far funzionare il metodo Bullet Journal per te, qualunque sia l’ambito o qualsiasi sia il numero di taccuini che utilizzi, puoi contattarmi per una consulenza personalizzata!

Autore: Silvia Trinca

Mi chiamo Silvia, e sono una Professional Organizer appassionata di tempi e spazi creativi :-D .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.