come puoi ottimizzare il tempo per creare

Come ottimizzare il tempo per creare

Ottimizzare il tempo per creare è davvero importante, soprattutto se non ne hai tanto.
La sindrome da foglio bianco è nota ad ogni creativo, qualunque sia la forma espressiva – momentaneamente non – in atto. Quando la creatività non è più così spontanea, quando ci sono di mezzo scadenze o commissioni, può diventare frustrante fare qualcosa che in realtà adoriamo fare, soprattutto se incappiamo in una giornata no.

Come rimediare?

Cercando di lavorare in anticipo ma in modo organizzato, ovvero cercando di dedicare una giornata (o mezza giornata, o serata, o il tempo che hai a disposizione), ai progetti da fare preparandoti però al momento creativo curandone ogni aspetto, come se stessi prendendo un appuntamento con una dei momenti preferiti della tua vita.

Questo è più o meno il principio alla base della tecnica del batching  che ho scoperto grazie a un corso di Gioia Gottini, e che consiste nel riunire e affrontare nella stessa giornata i compiti o attività dello stesso tipo in modo da non perdere quella che io chiamo la concentrazione creativa.

Ultimamente io sto avendo difficoltà a trovare momenti per creare, certo l’organizzazione aiuta moltissimo: zero stress e perdita di tempo per cercare attrezzi e materiali fanno una gran parte, ma poi trovarmi seduta a una scrivania (per quanto perfettamente organizzata), senza riuscire a cominciare è tremendo e innesca un circolo vizioso di eccostoperdendotempoperunavoltachetrovocinqueminutiperscrapparenonhoideeperlacard ecc.

Orribile.

Allora cosa ti voglio proporre? Di adattare il discorso del batching a un contesto specificatamente creativo!
Tenendo come impostazione generale quella che ti ho indicato in questo post ecco cosa puoi fare di diverso o in più quando affronti un lavoro creativo.

Attenzione alle priorità!
Se sei un un design team di un blog o di uno shop, valuta sfide, iniziative e relativi recquisiti necessari o consigliati per il progetto tenendo anche presenti eventuali ricorrenze in arrivo per cui puoi realizzare la tua creazione.
Potrà sembrarti banale come consiglio, ma quando ho iniziato con il cardmaking, presa dall’entusiasmo per sfide a cui partecipare e nuovi materiali, realizzavo card con sentiment bellissimi e originali e poi non avevo mai pronta una di buon compleanno quando serviva…!

Se non fai parte di un dt, vale lo stesso discorso con la differenza che la partecipazione alle sfide o inizative è facoltativa, a meno che naturalmente tu non stia partecipando ad uno swap o altro progetto per cui hai preso un impegno e debba quindi tenere conto delle scadenze.

In caso di lavori imponenti come la realizzazione di partecipazioni, favor, decorazioni per eventi, ecc., lavora in modalità catena di montaggio come ti consigliavo in questo post sui biglietti di auguri di Natale.
Puoi per esempio concentrarti un giorno su una fase, l’indomani su quella successiva, e via dicendo.

Una volta individuato un momento in cui poterti dedicare alla tua attività creativa, cerca di liberarti da ogni incombenza e distrazione (telefonate, e mail, ecc.), per quanto possibile e includi tutto quello che può rendere il momento creativo ancora più speciale:

  • musica o video di sottofondo io di solito guardo diversi episodi di serie televisive su Netflix (mi sono rivista ad esempio tutta la serie di How I met your mother in pochi giorni ), o scelgo canali Youtube di scrapper e cardmaker che mostrano tecniche o tutorial, che, anche se non mi servono in quel particolare momento, contribuiscono a mettermi nel mood giusto.
  • fondamentali a portata di mano: spruzzini con acqua, carta da cucina, salviette baby, pannetto-spugna o qualunque cosa usi per pulire i timbri e il piano da lavoro, cesto della carta-spazzatura.
  • acqua, tantissima per idratarti e cioccolato 🙂 , come già detto qui
  • smartphone o tablet per una veloce ricerca di ispirazione su Pinterest o Instagram, e per fare foto delle fasi intermedie di un progetto (io fotografo la posizione degli abbellimenti prima di incollarli).

Per finire, una volta che hai in mano i tuoi progetti realizzati con serenità, calma e soddisfazione in una o più sessioni di craft batching, avrai la possibilità di procedere allo stesso modo per foto e photo editing, aspettando di fotografare le tue creazioni in una giornata con una luce soddisfacente (stagione permettendo) e procedendo poi con editing e correzioni in un unica volta.

Ora, calendario o planner alla mano, qual è il primo giorno disponibile per un appuntamento con la tua passione creativa? 🙂

Mi chiamo Silvia, e sono una Professional Organizer appassionata di tempi e spazi creativi 😀 .

Autore: Silvia Trinca

Mi chiamo Silvia, e sono una Professional Organizer appassionata di tempi e spazi creativi :-D .

2 pensieri riguardo “come puoi ottimizzare il tempo per creare”

  1. Ogni volta che leggo un tuo articolo mi delizio! È scritto in modo piacevole, bello a vedersi e molto utile. Non conoscevo questa tecnica e, anche se non lavoro in questo campo, penso mi possa essere d’aiuto per organizzare tutte le attività che devo svolgere nel corso della giornata, tra loro anche molto diverse, che richiedono approcci e modalità di svolgimento differenti.
    Grazie del tuo post! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.