BLOG

Bullet Journal – set up Settembre 2018

Bullet Journal set up di settembre 2018

Come mi è già capitato di affermare con gioia 😀 , io sono una di quelle persone che ama fortemente il mese di settembre e tutto quello che porta con sé: la liberazione dall’angosciante clima tropicale che caratterizza le estati da qualche anno a questa parte, l’atmosfera da “ricomincio” che ha l’odore della carta dei quaderni nuovi e il rumore che fa la spina del diario appena comprato quando lo apri per la prima volta, e -soprattutto- il fantastico, atteso, amato inizio della stagione in cui divano, copertina, tazza di bevanda fumante e uno o due gatti la fanno da padrone.

Praticamente il paradiso.

Queste giornate quindi, per quanto caratterizzate da tutta una serie di imprevisti familiari e non, sono state e sono per me ricche di fermento e di progetti in progress, ed è in questo stato d’animo che ho impostato il set up del bullet Journal di questo mese.
Dopo elucubrazioni e brainstorming vari finalizzati all’individuazione della giusta ispirazione per il tema, sono capitata su una pagina di Pinterest che riportava questo doodle di con una fantastica lampadina, semplice ma carinissima con il filetto che crea un cuoricino e quindi…andata!

Settembre = il mese delle idee 🙂 !

Ma veniamo al dunque.
Da un paio di mesi, da quando cioè a giugno ho avuto l’esigenza di coprire delle pagine in cui avevo fatto un errore irrimediabile (mannaggia…), ho cominciato a dedicare una doppia pagina a una mood board con immagini e frasi che rappresentano lo stato d’animo e/o il proposito del momento; mi piace molto avere questa fonte di ispirazione sott’occhio e devo dire che ha fatto la differenza nell’aiutarmi a mantenere il focus su determinati obiettivi.

-Se la vita ti da un errore nel tuo taccuino nuovo di pacca, tu facci una fantastica mood board che ti aiuterà ad aumentare la produttività! 😀

Bullet Journal mood board settembre 2018

Segue calendario con to do list incorporata…

Bullet Journal calendario e to do list settembre 2018

Bullet Journal dettaglio calendario settembre 2018

…e una sintesi di impostazione settimanale che mi sta piacendo un sacco perché mi facilità nella compilazione classica del giorno in puro stile bullet journal, ovvero senza impostazione predefinita; in questa pagina trova posto anche la routine con le faccende di casa.

Bullet Journal settimanale settembre 2018

Dopo lo schema settimanale, una pagina con habit tracker mensile e meal planning .

Bullet Journal meal planning e habit tracker settembre 2018

Infine, il semplicissimo daily log: l’unica struttura è la divisione della pagina in due colonne.

Bullet Journal daily log settembre 2018

Ora via, a riempire queste pagine di idee! 😀 

Ah, ho cambiato la frequenza di pubblicazione e il prossimo post sarà quindi martedì 18 e… sarà ricco di stile 😉 !

Compleanno, vacanze, chiacchiere e Bullet Journal

A winner is a dreamer who never gives up

Oggi è il mio compleanno, non del blog, proprio il mio 🙂 e ci tenevo quindi a pubblicare proprio in questa giornata un post dopo settimane di silenzio.

Non era previsto che durasse così tanto la pausa che a un certo punto ho deciso di prendermi quando ho realizzato che stavo passando infinite ora davanti al computer, cercando di raccontare cose che potessero interessare ed essere utili, ma perdendo il contatto con la sfera pratica e concreta.

Leggi tutto “Compleanno, vacanze, chiacchiere e Bullet Journal”

Bullet Journal – set up Maggio 2018

Bullet Journal set up di maggio 2018

Come avevo già accennato nel post dedicato al set up di aprile sto cambiando un po’ di cose nel mio modo di bulletjournalare, e, un po’ per questa piccola rivoluzione in atto, un po’ perché oggi è il primo maggio (auguri! ) e il clima qui a Milano è rilassante e vacanziero, mi limiterò a condividere il mio semplicissimo set up per questo mese, semplicissimo e rilassante col quale voglio chiudere il mio fedele Leuchtturm 1917 per passare a un altro tipo di taccuino, anzi due :-D.

Ma passiamo al set up: semplice corsivo ispirato al font Shorelines Script  e per il resto, il colore rosa dell’evidenziatore stabilo pastel e di uno dei crayola superpunta per i dettagli colorati e per qualche cuoricino 🙂  .

La to do list non è divisa in personal e business, perché ho notato che ultimamente mi trovo meglio ad utilizzare un solo punto in cui annotare le varie to do;

calendario e to do list maggio 2018

ho inserito poi una new entry: blog e social media planner,

blog e social media planner

nel quale terrò d’occhio la pubblicazione sui vari social utilizzando delle semplici keys .

blog e social media planner - dettaglio keys

Poi weekly spread semplice, con la stessa impostazione realizzata per gli ultimi mesi. 

weekly spread - settimana maggio 2018

Fino a quello per l’ultima settimana di maggio, su una sola facciata e seguito da una collection dedicata alla piccola revolucion in atto 😀 .

weekly spread ultima settimana maggio 2018 e bujo brain dump

dettaglio bujo brain dump

Ma di questo ti parlerò più avanti 🙂 !

Melancolia da cambio dell’armadio – checklist da stampare

Finalmente la primavera è arrivata, e ne sono molto contenta, come immagino anche tu.
Sarà però un po’ di stanchezza accumulata, qualche decisione da prendere, qualche revisione da fare… sta di fatto che in questi giorni sto rallentando. Sto cercando di riprendere i contatti con alcuni aspetti di me che ho un po’ trascurato, prima di buttarmi nell’euforia del rinnovamento primaverile.

Quindi sì, alcuni accessori e homedecor più colorati e allegri sono saltati fuori dalle scatole così come magliette e altri indumenti più leggeri e adatti al clima attuale, ma allo stesso tempo fioccano attività e riflessioni su

Sabato, insieme al consorte, sono andata a vedere la mostra su Dürer e il Rinascimento a Palazzo Reale e trovarmi davanti alcune delle opere che ho copiato e copiato e ricopiato durante gli anni della mia formazione artistica (il dettaglio delle mani de il Cristo dodicenne tra i dottori, per dirne una), ha messo in moto un mescolio di emozioni e riflessioni profonde, oltre alla contemplazione pura e semplice del bello.

Ma tornando al tema di questo post, una delle cose che ho fatto, fra un momento degno della Melancholia I, e l’altro è stato l’imprescindibile cambio dell’armadio.
Non è stata un’operazione particolarmente faticosa o lunga, il sistema che adoperiamo è semplice e funziona senza intoppi;
inoltre, da queste parti, nessuno è fashion addicted per cui non abbiamo quantità esagerate di vestiti. Ciò non toglie che io abbia dovuto stirare per tre ore filate per rendere appendibili nell’armadio diversi indumenti primaverili e che ci siano alcune cose da fare, come portare alcuni capi in lavanderia e aggiustarne altri.

Già che portavo avanti queste operazioni per il nostro guardaroba mi sono detta: cià che facciamo una versione carina di questa checklist, che magari può fare comodo anche ad altri!
e quindi ecco qui sotto il pdf che puoi stampare:  🙂

Checklist cambio dell'armadio - pdf da stampare

(clicca sull’immagine per scaricare la checklist in versione pdf).

La checklist si divide in:

stagione che metti via

  • capi da lavare – ad esempio tutte le giacche che resistono benissimo alla lavatrice, o invece i capi delicati come alcuni maglioni.
  • capi da aggiustare – orli, piccole riparazioni, ecc.
  • tintoria – tutti gli indumenti che non puoi lavare a casa

stagione che tiri fuori

  • stirare – gli indumenti che portano i segni dei mesi trascorsi nelle scatole.
  • eliminare – tutti quei capi che non ti vanno più, non ti piacciono più, ecc.
  • shopping – tutti gli indumenti che non puoi lavare a casa

 

Capita anche a te di indulgere in riflessioni e revisioni in questi momenti di transizione come i cambi di stagione?

Ma soprattutto hai già fatto il cambio dell’armadio? 😀

 

Chiacchierate creative #1- Lisanna

Chiaccherata creativa 1- Lisanna

Trovo che sia sempre estremamente interessante scoprire come le altre persone affrontano i piccoli grandi problemi organizzativi di ogni giorno e sicuramente, situazioni specifiche quali quelle di tempi e spazi creativi, possono essere particolarmente difficili da organizzare, anche solo per la minore quantità di informazioni e spunti che si possono trovare in rete e non solo.

Leggi tutto “Chiacchierate creative #1- Lisanna”

Metodo Bullet Journal per gli irriducibili dell’agenda

metodo bullet journal per gli irriducibili dell'agenda

Il Bullet Journal non solo è pratico è versatile, è anche simpatico e socievole 🙂 , infatti non ha nessun problema a convivere e collaborare con altri sistemi o strumenti organizzativi come ad esempio la classica agenda giornaliera.

Questo tipo di cooperazione fra strumenti è la soluzione che ho consigliato a mia mamma, affezionatissima all’agenda classica (quella che una volta regalava la banca), che però alla fine dell’anno finisce sempre per presentarsi come da foto.
Ebbene sì, quella in foto non è una smemoranda riempita oltre al limite da biglietti del cinema, carte di cicche e qualunque altra cosa ci mettessimo negli anni -anta, ma una normalissima agenda usata nel quotidiano.

L’agenda di mia mamma raggiunge questo volume in quanto funziona da raccoglitore per:
– scontrini spesa;
– ricevute bollettini e pagamenti vari;
– biglietti con annotazioni ;
– biglietti da visita.

Oltre all’eccessivo riempimento, il problema causato da questo tipo di utilizzo intensivo è la difficoltà di consultazione delle annotazioni che si perdono e si confondono in mezzo a tutto il resto, con la conseguente frustrazione che si prova nel cercarle.
Per non parlare del fatto che, essendoci annotati info ed eventi che possono servire per anni, alla fine ognuna di queste agende viene conservata per molto, molto tempo, andando ad ingrossare le fila del clutter.

Naturalmente è da diverso tempo che provo a proporre a mia mamma il metodo bullet journal, ma la sua espressione cortesemente perplessa, tutte le volte era già una risposta 😀  !
Dopo pensa che ti ripensa e ragionamenti fatti insieme, le ho quindi proposto una soluzione che si è dimostrata vincente:

  • mantenimento dell’agenda giornaliera per registrazione di eventi, ricorrenze e appuntamenti
                                                          +
  • bullet journal per tutto il resto.
    Un bullet journal speciale, ovvero solo per collection e tracker e che vale quindi come riferimento per diversi anni.
  • Risultato:
    agenda più libera e felice
  • meno clutter
  • più velocità e facilità di consultazione di informazioni e annotazioni.

La mametta è molto soddisfatta e si trova benissimo con il nuovo sistema; un taccuino ufficiale è già stato acquistato (chissà da chi avrò ereditato la passione per la cancelleria 😀 ! ), ma al momento, come consiglio sempre di fare, ha iniziato una versione di prova molto tranquilla e rilassante su un quaderno che aveva già a casa. Una volta che sarà sicura dello stile da usare, passerà al taccuino definitivo.

Se sei anche tu un’irriducibile dell’agenda (o del calendario) per la gestione di scadenze e appuntamenti, magari questa soluzione combinata può essere quella giusta, e potresti utilizzare un bullet  journal per cose come:

-libri da leggere o letti, film da vedere o visti;
-tracker per obiettivi di salute e forma fisica;
-wishlist di cose da comprare o fare;
-registrazione delle spese;
-riepilogo pagamenti vari;
-storico visite mediche;
– punti programmi di fidelizzazionein alternativa alle app;
-qualunque cosa tu voglia tenere d’occhio 😀 !

Buona sperimentazione! 🙂

 

Bullet Journal – set up Aprile 2018 + cat e dog tracker da stampare

Bullet Journal set up di aprile 2018

Primo martedì del mese e quindi è il momento per il set up di aprile del bullet journal.
Forse è stato il set up più accidentato che io abbia mai impostato… sarà stata la giornata no (capita anche a te? Sbagli la data, sbagli le misure, la decorazione proprio non ti riesce come vorresti… 🙁  ), e questo mi ha portato a fare qualche riflessione sul fatto che probabilmente l’impostazione così come la faccio dall’inizio dell’anno (a parte poche modifiche), non funziona più.

Leggi tutto “Bullet Journal – set up Aprile 2018 + cat e dog tracker da stampare”

Imparare a dire no alle persone oltre che alle cose: decluttering dei sensi di colpa

imparare a dire no

Per me imparare a dire no è stata una vera e propria necessità, ma anche una prova di forza. Nello stesso modo in cui ho dovuto imparare a prendere le distanze dagli oggetti e valutare bene cosa fosse utile e positivo per me, ho imparato a valutare bene se e quando dire sì alle persone che mi chiedevano una mano.
Non parlo di dare una mano inteso come aiutare qualcuno che ha un’emergenza o prestare una spalla a un amico in lacrime anche se avresti da fare, perché ci mancherebbe;

Leggi tutto “Imparare a dire no alle persone oltre che alle cose: decluttering dei sensi di colpa”

Settimana dell’Organizzazione 2018

Settimana dell'organizzazione 2018

Domani parte la quarta edizione della Settimana dell’Organizzazione, manifestazione indetta da APOI per portare alle persone che vogliono conoscere o approfondire la cultura del vivere organizzato nella vita di tutti i giorni, spunti, informazioni e iniziative dedicate ai vari ambiti del quotidiano.

Leggi tutto “Settimana dell’Organizzazione 2018”

Come ho organizzato la scrivania

Come ho organizzato la mia scrivania

Ho organizzato la zona scrivania del mio scrap corner/home office perché non era completamente funzionale, o meglio, non lo era più.
Da qualche tempo ci passo molte più ore e non più solo per scrappare e creare, ma anche per usare il pc, molto più di quanto non facessi prima.

I problemi che avevo erano:

Leggi tutto “Come ho organizzato la scrivania”