A volte bisogna aspettare fiduciosi

cover post aspettare con fiducia

Dunque, avevo tutt’altro in mente per questo post, avrei dovuto pubblicare un articolo sulle piccole modifiche apportate al mio spazio creativo/home office ma è un periodo in cui le cose… vanno un po’ come vogliono loro.

Non voglio lamentarmi, in linea di massima le cose non stanno neanche andando male (a parte qualche personalissimo cataclisma social e il clima di questo periodo che continua a regalare influenze e malanni vari), è solo che all’ennesimo cambiamento di programma e contrattempo ho deciso di mettermi in attesa con una certa rassegnazione filosofica.

Come un gatto.

Ok quotidianità, sei strana, risenti anche tu del clima e non si capisce più da che parte vuoi andare, ma io non me la prendo con te, mi metto in attesa attiva come un gatto che osserva il mondo dalla finestra nella speranza che passi un piccione a cui fare rimostranze, con i versi assurdi che solo i gatti sanno fare 🙂 .

Intanto continuo a portare avanti tutto quello che posso e sicuramente tutto quello che devo.
Ieri è stata una giornata piena di imprevisti e malfunzionamenti (telefoni, metropolitana, internet), ma comunque sono riuscita a portare a casa il risultato: abbiamo cenato tardi, è vero, ma con quello che avevamo progettato di mangiare grazie al meal planning della settimana e che rientra in un progetto di cene più leggere senza carboidrati (volevo anche cominciare con lo yogurt a merenda, lo avevo anche segnato nella lista della spesa, ma poi il pensiero di questo freddo mi ha fatto deviare verso il reparto biscotti… del resto la cena è no carbs 😀 ).

Inoltre, nonostante un tentativo di depistaggio da parte di Google che mi ha fatto vagare mezz’ora al freddo, sono riuscita a passare a tempo di record in un negozio di cosmetica per prendere alcuni prodotti che volevo provare per preparare la pelle alla nuova stagione.

Sia l’alimentazione più leggera che la cura della pelle fanno parte dei propositi segnati nella collection health e beauty dell’impostazione del bullet journal per questo mese , quindi in fondo le cose avanzano e per il resto, sono fiduciosa che si aggiusteranno! 🙂

Con questa chiaccherata volevo invitarti a cogliere il buono e il concreto della giornata, a concentrarti su quello e a vederlo come un piccolo ma costante progredire verso la realizzazione dei tuoi progetti.

Io intanto resto in agguato del sole pronta a immortalare il mio angolino rinnovato! 🙂

Mi chiamo Silvia, e sono una Professional Organizer appassionata di tempi e spazi creativi 😀 .

Autore: Silvia Trinca

Mi chiamo Silvia, e sono una Professional Organizer appassionata di tempi e spazi creativi :-D .

2 pensieri riguardo “A volte bisogna aspettare fiduciosi”

  1. A parte che non vedo l’ora di vedere l’angolino con le nuove modifiche… Che bello starsene a guardare dalla finestra come i gatti! A volte è davvero necessario per riprendere le fila della propria vita e rendersi conto che, per quanto la si organizzi con cura, certe volte è proprio imprevedibile!
    Riuscire a lasciarsi trasportare “dal flusso” non significa per forza esserne in balìa, anzi!
    Sempre impeccabile la tua organizzazione per la casa e lo stile di vita salutare, dovrei prendere molta ispirazione e non vedo l’ora di potermi cimentare con le tue tecniche, non appena avrò una casa tutta mia. =)
    A presto,
    Alessia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.